Pubblicato il Lascia un commento

I colori per capelli più cool dell’anno

I colori più in del 2018

 Avete voglia di rinnovarvi dalla testa ai piedi? La prima mossa da fare è puntare sui vostri capelli.

Del resto, così facendo partiamo proprio dal capo di tutto, come si suol dire.

Dunque, le tendenze del momento sono i tagli corti, questo ormai è risaputo.

Ma come è meglio colorare i nostri capelli per essere il più alla moda possibile?

Viene di conseguenza che, se la piega deve essere morbida, scomposta, naturale, non può che essere lo stesso per il colore. Del resto, la naturalezza la fa da padrona per l’anno in corso.

Niente decolorazioni proibitive, quindi, né toni da tintura troppo pesanti.

Piuttosto, optate per un look capelli semplice e per colori naturali.

Pertanto, non distanziatevi molto dalla vostra colorazione naturale di capelli, scegliendo toni poco distanti da essa, garantendo un effetto non troppo scostante e che sia, per l’appunto, il più naturale possibile.

Optate per riflessi lunari più che solari oppure scegliete tinte non troppo sul biondo se siete di base castana. Se, invece, siete molto chiare, potete osare con un paio di toni in più, sempre sotto consiglio del vostro hair stylist di fiducia per non avere sgraditi effetti sorpresa!

Sulle passerelle, le modelle sfoggiano colorazioni di capelli di tutte le gradazioni, ognuna rispetto al suo colore di base. Parliamo di tonalità che vanno dal biondo al castano e persino al rosso. Del resto, tutto dipende dai propri capelli. Abbandonate, dunque, l’idea di balayage, shatush e e ombré estremi, ma datevi al rosso naturale o ramato, al castano cenere o al caramello o, ancora, al biondo leggermente sfumato, in modo da conferire armonia alla capigliatura nel suo insieme.

Le ciocche in movimento faranno il resto, conferendo ai capelli un aspetto semplice quanto cool partendo dal taglio, arrivando al colore.

 

 

Pubblicato il Lascia un commento

Le acconciature capelli per sciare al meglio

Sciare con capelli al top

Sciare comodamente pur restando alla moda? Si può!

Noi ne abbiamo le prove.  Chi ha detto che sport fa rima con capelli scomposti?

Tutto sta nel sapersi organizzare e, se proprio non vi viene nulla in mente, qualche consiglio ve lo diamo noi.

Ecco allora che l’idea di libertà sportiva non si dissocia dal concetto di libertà per quanto riguarda i capelli che non devono esserci d’intralcio ma devono apparire in ordine per le foto ricordo della vacanza o del week-end sulla neve.

Il 2018 impone il taglio nature e con esso le acconciature non perfette, pertanto non preoccupatevi di essere esageratamente rigorose con le chiome ribelli.

 

In particolare, per non bagnare i capelli, vi consigliamo di munirvi di cappelli e dobbiamo dire che ce ne sono per tutte, davvero di qualsiasi tipo.

Molto di moda è il colbacco che unisce la moda all’eleganza, ma molto in voga sono anche i copricapi con paraorecchie, utili e particolari al contempo, grazie ad una moda che ci preserva al meglio dal freddo.

Ancora, una fascia potrà aiutarvi a mantenere all’indietro la frangia che può creare fastidi mentre vi dedicate al vostro sport preferito.

Una treccia è sempre top (basta guardare le foto delle attrici più famose in vacanza bianca che le preferiscono a tutte le altre acconciature) e permette di tenerla distesa, lunga, oppure di raccoglierla in uno chignon. Infila i capelli sotto il berretto e vedrai che potrai sciare in tutta tranquillità!

Consigliamo gli elastici per tenere la chioma ferma: questi sono di gran lunga da preferire alle pinzette e ad i vari ferrettini che possono impigliarsi nei cappelli e provocare dolore se indossate berretti stretti.

 

 

 

 

Pubblicato il Lascia un commento

3 curiosità sui capelli

Lo sapevi? Ecco 3 curiosità sui capelli che non conoscevi

Siamo convinti di conoscerci bene e, di conseguenza, di sapere tutto sul nostro corpo e quindi anche sui nostri capelli.

La verità è che, invece, c’è sempre qualcosa da scoprire, per cui ecco 3 curiosità sui capelli che siamo quasi sicuri che non conoscete.

1) Perdo tanti capelli: sono troppi?

Innanzitutto, quando spesso dopo lo shampoo, pettinandoci, ci lamentiamo di perdere troppi capelli, dovremmo capire se effettivamente è così.

In pratica, ogni essere umano, perde giornalmente dai 60 ai 100 capelli, ragion per la quale occorre spazzolarli sia al mattino che alla sera, anche al fine di attivare la circolazione del sangue nella zona del cuoio capelluto. Spazzolare i capelli con delicatezza un paio di volte al giorno aiuta la circolazione, facendo sì che i capelli risultino meno deboli, garantendo di perderne di meno. Diete drastiche, stress, farmaci, abuso di alcool e droghe contribuiscono alla perdita di capelli che va tenuta sotto controllo se si protrae per più di un mese con cospicua perdita degli stessi (più di 100 al giorno).

2) Ancora, sapete quanto sono resistenti i capelli?

Non facciamoci ingannare dall’idea che il loro ciclo di vita sia breve, che ne cadano molti, che facilmente si dividano causando doppie punte… In realtà, i capelli sono molto resistenti. Ciò spiega il perché della riuscita della messa in piega o delle acconciature. Si stima che i capelli più resistenti siano quelli appartenenti ai popoli asiatici: per rompere un solo capello asiatico sarebbero necessari 160 grammi, mentre in Europa lo stesso fenomeno avverrebbe con circa 50 grammi di peso.

3) Per quanto tempo i capelli restano attaccati al cuoio capelluto?

Gli animali fanno la muta, l’uomo no, ma ci sono periodi in cui effettivamente la massa di capelli persa è superiore a quella che si verifica nel resto dell’anno. Ciò avviene principalmente nel periodo primaverile ed in quello autunnale. Ogni componente della nostra chioma ha un suo ciclo di vita, per cui tutti i capelli sono indipendenti l’uno dall’altro. La crescita degli stessi si verifica per di 1, 1,5 cm ogni mese. La durata media di un capello (nel senso di attaccatura al cuoio capelluto) è di circa 2-6 anni.

Pubblicato il Lascia un commento

Hai doppie punte ? Addio!

Sono davvero pochissime le persone che possono vantarsi di non avere doppie punte

Spesso si tende a pensare che queste divengano un problema soltanto nei mesi caldi. In effetti, l’estate non aiuta a rinforzare i capelli che mostrano la propria debolezza innanzitutto alle estremità.

Ecco, allora, che il fenomeno delle doppie punte si intensifica in estate a causa della salsedine e del sole cocente oltre che dei numerosi shampoo. Se poi si utilizzano anche la piastra o prodotti quali gel e lacca, la situazione di certo non migliora.

Va detto, al contempo, che le doppie punte non costituiscono un problema soltanto nella cosiddetta bella stagione poiché anche l’inverno arreca non pochi danni alla capigliatura, ragion per la quale occorre prevenire e anche curare. Ecco, dunque, che con pochi ma fondamentali passaggi, possiamo prenderci cura dei nostri capelli contrastando il fenomeno delle doppie punte.

Punto 1- Fare un impacco da tenere in posa sulla chioma prima di procedere al normale shampoo

Punto 2– Non utilizzare shampoo aggressivi

Punto 3– Applicare un balsamo o una maschera, meglio se naturale (ottimi i prodotti a base di yogurt e uovo) da tenere in posa soltanto sulle punte al fine di rinforzarle

Punto 4– Risciacquare con acqua fredda i capelli dopo averli lavati

Punto 5– Prima di passare all’asciugatura (sia phon che piastra), applicare sulle punte prodotti protettivi

Punto 6– Asciugare i capelli impostando il phon a temperatura media. Lo stesso vale per la piastra o per l’arricciacapelli.

Punto 7– Spuntare i capelli di tanto in tanto al fine di rinforzarli.

Un po’ di pazienza e costanza e potrete dire finalmente addio alle fastidiose doppie punte!