Pubblicato il Lascia un commento

5 trucchi per capelli più folti

Rendi i tuoi capelli più folti in sole 5 mosse

 

I capelli lunghi, lucidi e folti: a chi non piacerebbero?

Le pubblicità ci bombardano con chiome dai bei riflessi e dalle ciocche vaporose, ma non

sempre riusciamo a prenderci cura dei nostri capelli come vorremmo.

Il tempo scarseggia e la vita frenetica non ci aiuta certo ad avere capelli più folti.

 

Se a tutto questo aggiungiamo lo stress, dobbiamo ammettere che di qualche consiglio abbiamo proprio bisogno.

Ecco allora che in questo articolo troverete 5 trucchi per avere capelli più folti.

Innanzitutto dovete contrastare la tendenza dei capelli a spezzarsi o, comunque, ad indebolirsi.

Per rinforzare i capelli e non averli più radi, dunque, è necessario:

  • Utilizzare prodotti il più possibile naturali
  • Risciacquare bene la chioma dopo aver applicato lo shampoo, il balsamo e le maschere
  • Asciugare i capelli a testa in giù per ottenere un effetto più vaporoso (attenzione, però, se avete i capelli crespi, altrimenti rischiate di ottenere una chioma leonina)
  • Utilizzare un pettine a denti larghi ed una spazzola con setole naturali (che faranno anche elettrizzare di meno i capelli)
  • Usare delle maschere naturali a base di aloe e miele per rinforzare i capelli.

Et voilà: ecco a voi dei semplici quanto indispensabili consigli per capelli più folti ma, soprattutto, più forti.

Del resto, se la capigliatura da sempre è connotata da elementi psicologici oltre che fisici, un motivo ci sarà. Bisogna che impariamo a prenderci cura di noi stesse, dunque, a partire dalla testa e, quindi, dai capelli che cono in parte lo specchio della nostra salute.

Pubblicato il Lascia un commento

Le rosse hanno una marcia in più

Sotto le rosse c’è di più

Le rosse: troppo spesso etichettate con aggettivi troppi forti, in realtà sembra abbiano sul serio una marcia in più.

Un tempo finivano al rogo perché considerate streghe, del resto all’epoca all’Inquisizione bastava davvero poco per parlare di stregoneria.

Di certo le rosse sono rare rispetto alle castane o alle bionde, ragion per la quale spesso in passato erano “bollate” in quanto diverse.

Nell’ Antica Roma, per esempio, le rosse erano perlopiù le prostitute poiché queste ultime si tingevano di proposito i capelli di questa colorazione oppure indossavano parrucche fulve.

Per fortuna è finita l’epoca in cui le si vedeva legate a licantropi o vampiri: adesso le rosse sono ritenute anzi più seducenti e più sveglie delle colleghe dai capelli differenti.

Di certo, parliamo di una particolarità che detiene connotazioni positive se pensiamo che da molti è lo stesso Ulisse ad essere descritto con i capelli rossi mentre i discendenti di Seth venivano etichettati di maggiore ferocia nel combattimento.

Le cosiddette gingerhead costituiscono una minima percentuale della popolazione mondiale, circa il 2%, sono dotate di un grande senso dell’umorismo e sono perfette in stile bohémien.

A queste caratteristiche si aggiunge il caratterino tutto pepe e un grande sex appeal oltre al fatto di essere più passionali.

Se poi, tutto questo non vi basta per scegliere le rosse, pensate a quanto siano sexy le lentiggini o al fatto che i loro capelli assorbano più luce ed invecchino meno in fretta delle altre colorazioni.

Pubblicato il Lascia un commento

Cos’è l’ armocromia? Scopriamolo insieme!

L’ armocromia ti cambia il look

Avete mai sentito parlare di armocromia?

Questo termine che sembra apparentemente “difficile” racchiude una tendenza molto di moda nel 2017 che si riconferma durante l’anno 2018.

Parliamo di un mix di colori che tendono ad associarsi alla propria naturalezza. In sintesi, parliamo di “armonia” e di “colori”, per l’appunto, di armocromia.

Le sfumature realizzate ad arte permettono di avere chiome dall’effetto nature.

Ombreggiature e mix dettano la moda dell’anno in corso.

Le nuance dei capelli, soprattutto quelle dorate, donano lucentezza al volto e fanno apparire più giovani. Insomma, parliamo di una tinta non tinta, di un colore invisibile ma che, allo stesso tempo, dona per l’appunto “colore” al volto senza spegnerne l’espressione.

Ma cos’è l’ armocromia in realtà?

Il termine fa riferimento ad un fenomeno che si è diffuso tantissimo negli anni ’80 ma che è nato alla fine degli anni ’30. Fu allora che il mondo di Hollywood si interessò ai capelli oltre che ai vestiti ed al look in generale.

L’ armocromia, in sintesi, è un particolare studio che permette di stabilire quali siano i colori che meglio si armonizzano con i nostri colori naturali ovvero quelli degli occhi, della pelle e dei capelli principalmente.

Solo così potremmo scegliere quanto ci valorizza di più.

Pubblicato il Lascia un commento

Scegli il taglio a scodella per capelli al top

E’ la ‘scodella’ il taglio del 2018

 

E’ il taglio a scodella ad imporsi già nei primi mesi del 2018.

Gli esperti di look dicono che detterà legge anche in estate, periodo in cui si preferiscono i tagli versatili, corti, da adattare facilmente alle alte temperature.

Phon e piastra sono infatti banditi nei periodi di estremo calore e anche ai capelli fa bene l’asciugatura nature al sole, non dimenticando di proteggerli, soprattutto per quel che riguarda le punte.

Parliamo del cosiddetto taglio finto corto, quello che molti hanno definito quasi rock poiché ricorda alcune tra le più famose cantanti appartenenti a questo genere musicale.

 

Il taglio detto anche “bowl cut” è stato reso celebre dalla modella e attrice americana Peggy Moffit nata nel 1940 che è divenuta una sex symbol durante gli anni ’60.

Il suo stile, divenuto quello dell’epoca per antonomasia, includeva ciglia finte e trucco importante per gli occhi, insieme al taglio detto in gergo  “scodella asimmetrica”.

 

Fu Vidal Sassoon, stilista britannico nonché innovativo coiffeur, a creare il taglio per lei.

Sassoon divenne talmente celebre per le sue idee innovative, soprattutto in ambito capelli, che aprì a Los Angeles una catena di negozi negli anni ’70, ottenendo uno strepitoso successo.

 

Il taglio a scodella spettinato va oltre la classicità, spezza i legami con l’idea di donna remissiva, al contrario, si lega all’idea di donna che sa il fatto suo, che decide in autonomia della sua vita, che mostra il suo volto nella sua totalità.

Semplice da mantenere in ordine, il bowl cut regala alla donna un aspetto deciso, specie se si sceglie di tenere la frangia a mò di ciuffo che dona maggiore risalto allo sguardo.

Insomma, il taglio a scodella diviene così il riflesso si una scelta di moda della donna che gioca con se stessa senza perdere il suo appeal e la sua femminilità sebbene rinunciando alla folta capigliatura che da sempre dà l’idea di femminilità.

 

 

Pubblicato il Lascia un commento

Il make up perfetto per le bionde

Il trucco top per le bionde

Le bionde se ben truccate possono mettere in risalto i loro punti di forza, come tutte.

Ma quali sono i metodi per migliorarsi?

Spesso crediamo di agire bene truccandoci utilizzando dei toni più scuri per creare contrasto con i colori chiari, ma in realtà non è così.

Quello che otteniamo, se non ben dosato, è un colore che risalta sì, ma come un pugno nell’occhio.

Per le bionde, dunque, meglio preferire i toni dorati o tendenti al color pesca, ma anche bronzo o nude.

Dimenticate il grigio e scegliete un ombretto mattone o comunque sui toni del marrone o del ramato.

Lo stesso vale per la matita occhi: preferitela marrone o, se volete osare, viola. Poi ovviamente dipenderà dal vostro colore di occhi.

Per quanto concerne la terra, preferite i toni che richiamano la terra di Siena bruciata ponendo un tocco adeguato, senza esagerare.

Un blush color pesca sarà il vostro alleato per la vita.

Sia l’ombretto che il rossetto, inoltre, sono perfetti nei toni dell’arancio.

Un tocco nude per le bionde è quello che ci vuole se prediligete un effetto che sia naturale con solo un tocco da pennello di blush rosato. Se poi siete romantiche, meglio ancora: scegliete il rosa anche per l’ombretto. Sarete così avvolte da un’aura da principessa.

Se, invece, vi va di dare una vena aggressiva al vostro volto, più che il nero o il grigio orientatevi verso il viola da sfumare bene e da abbinare ad un ombretto bianco con effetto illuminante, meglio ancora se brillantinato. Un effetto di sicura riuscita che di certo non passerà inosservato se scelto dalle bionde .