Pubblicato il Lascia un commento

Shatush : chi lo ha ideato?

 

Lo shatush è ormai un must in ambito mondiale: dall’America alla Cina sono innumerevoli le fan di questa tecnica di decolorazione che fa impazzire il mondo. Una moda che sembra non voler passare quella dello shatush , una tecnica di decolorazione molto naturale che ricorda l’effetto post vacanza al mare. Innumerevoli sono le donne che hanno scelto e scelgono tutt’oggi di fare lo shatush : Drew Barrymore, Jessica Biel, Gisele Bundchen, Belen Rodriguez e Bianca Balti tra le tante altre.

Ma chi è l’ideatore della tecnica ormai famosa in ogni dove?

Facendo un salto indietro nel tempo, scopriremo che lo shatush nasce nel 2001 dalle mani di un vero e proprio maestro nell’ambito dell’acconciatura femminile.

Parliamo di Aldo Coppola, colui che è da molti considerato il parrucchiere italiano più famoso al mondo.

C’è chi lo ha definito l’hairstylist delle dive, chi il re dei parrucchieri, chi il guru delle acconciature femminili: quello che è certo è che parliamo di una personalità nell’ambito della moda, di un uomo che ha fatto la storia nel suo settore. La vita lavorativa di Aldo inizia a soli 12 anni quando il piccolo creativo si divertiva nel salone del padre.

In seguito, quindicenne, il guru scomparso nel 2013, conquista i suoi primi riconoscimenti.

L’Accademia gli dà la sua formazione artistica, ma Aldo non si ferma alla teoria, mettendo in pratica le sue idee, stravolgendo la moda e inventando nuove pettinature e tecniche quali lo shatush. 

Dopo la collaborazione con Elvira Leonardi Bouyeure, in arte Biki, celebre stilista italiana morta nel 1999, Aldo collabora con l’Oréal, continuando a stupire clienti e pubblico.

Arrivano poi i tre saloni a Milano: quello di via Manzoni costituisce la sede storica tra i tre.

L’azienda, nata nel 1973, dà vita, a partire dal 1992, al franchising omonimo, attualmente un brand di riferimento nel panorama tricologico mondiale.

La parola chiave per descrivere la vita di Aldo Coppola è dunque “innovazione”, un’innovazione capace di affascinare donne del calibro di Sofia Loren e Monica Bellucci, ma anche stilisti come Armani che alla morte dell’inventore dello shatush ha dichiarato: “L’abilità e le intuizioni di Aldo mi hanno sempre affascinato, la sua grande umanità lo rendeva un artista al quale risultava naturale voler bene”.

Francesca Martire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *